Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles 
bandiera italiana
Logotipo degli Istituti Italiani di Cultura: metà della scultura "sfera grande" di Pomodoro su campo rossoImmagine del dipinto "la città ideale" attribuita a Luciano Laurana e conservato nel Palazzo Ducale di Urbino.
français | Nederlands | novità
| Istituto
| Eventi
| Corsi
| Biblioteca & links
| Opportunità
>Calendario-
>Eventi esterni-
>Eventi in Italia-
>Italia in Doc-
>Cartaditalia-
>A due-

Italia in Doc

 

Abbiamo il piacere di comunicarvi che la giuria del Festival Italia in Doc, presieduta da Jean Gili e composta dalla regista Sofie Benoot e dall’attore Fabrizio Rongione, ha assegnato il premio a Eleonora Danco, per il film N-Capace. Il premio del pubblico è andato a Roma Termini, del regista Bartolomeo Pampaloni.


Vi informiamo che tutte le proiezioni del Festival Italia in Doc che si svolgeranno all' IIC (26, 27 e 28 novembre) saranno completamente GRATUITE per compensare gli ultimi appuntamenti mancati.


Scaricate qui il catalogo del festival >>>

Programma del Festival del Documentario “ITALIA IN DOC”


26/11, ore 19, Istituto Italiano di Cultura: Presentazione della rivista «CARTADITALIA» e inaugurazione del Festival «ITALIA IN DOC».

L’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles presenta la prima edizione di Italia in doc, il nuovo festival dedicato al documentario italiano. Due le sezioni previste: una competitiva con otto film in concorso e una retrospettiva dedicata a Cecilia Mangini, decana del documentario italiano, che interverrà alle proiezioni dei suoi film.

ore 19: Presentazione del primo numero della nuova serie di « Cartaditalia », rivista quadrilingue dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles dedicata ai diversi campi dell’arte e della cultura italiana di oggi. Il volume d’apertura analizza la produzione documentaria degli ultimi quindici anni ed è curato da Emiliano Morreale, docente all’Università di Torino e direttore della Cineteca Nazionale di Roma.
Con la partecipazione di Emiliano Morreale e Ivelise Perniola, docente di Storia e Critica del Cinema presso l’Università di Roma Tre.

ore 20.30: N-Capace di Eleonora Danco (IT, 2014, 80’) V : IT/ST-OND : EN

Tutto è nato da un rifiuto, dal non voler soffrire per la morte della madre. La protagonista, Anima in pena, ha un conflitto con l’anziano padre e i luoghi della sua infanzia. In questo viaggio tra Terracina e Roma, si ferma a parlare con gli anziani e gli adolescenti.

Torino Film Festival 2014, Menzione speciale
Sarà presente la regista.


27/11, ore 16. 30-20.30, Istituto Italiano di Cultura: Festival Italia in doc

ore 16.30: Romeo e Giulietta di Massimo Coppola (IT, 2015, 57’) V : IT/ST-OND : FR

Nino e Mary hanno sedici anni e vivono a Roma, nel campo nomadi di Tor de Cenci. Questa è la storia del tentativo di mettere in scena Romeo e Giulietta in un luogo in cui le dinamiche raccontate da Shakespeare hanno ancora una loro assurda attualità.

ore 19: Triangle di Costanza Quatriglio (IT, 2014, 63’) V : IT/ST-OND : EN

Barletta, 2011: a cento anni dall’incendio della Triangle, avvenuto a New York nel 1911, le operaie tessili muoiono per il crollo di una palazzina che ospita un maglificio irregolare. Estratta viva da quelle macerie, Mariella assume su di sé tutto il peso del mondo. Con lei viviamo la necessità di un nuovo inizio.

Torino Film Festival 2014, Premio Cipputi
Nastri d’argento 2015, Miglior Documentario

ore 20.30: Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni (IT/FR, 2014, 77’) V : IT/ST-OND : FR

Roma Termini, stazione centrale di Roma, principale stazione d’Italia. 480.000 passeggeri in transito ogni giorno. Tra tutta questa gente, vive un gruppo di uomini e donne per i quali la stazione non è un punto di passaggio, ma un luogo di vita. Quattro uomini, quattro storie di persone alla deriva.

Festa del Cinema di Roma 2014, Menzione speciale Doc.It
Visioni italiane 2015, premio Visioni Doc/ Doc.it
Sarà presente il regista


28/11, ore 11-20.30, Istituto Italiano di Cultura: Festival Italia in doc

ore 11: N-Capace di Eleonora Danco (IT, 2014, 80’) V : IT/ST-OND : EN

Tutto è nato da un rifiuto, dal non voler soffrire per la morte della madre. La protagonista, Anima in pena, ha un conflitto con l’anziano padre e i luoghi della sua infanzia. In questo viaggio tra Terracina e Roma, si ferma a parlare con gli anziani e gli adolescenti.
Torino Film Festival 2014, Menzione speciale

ore 13: Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni (IT/FR, 2014, 77’) V : IT/ST-OND : EN

Roma Termini, stazione centrale di Roma, principale stazione d’Italia. 480.000 passeggeri in transito ogni giorno. Tra tutta questa gente, vive un gruppo di uomini e donne per i quali la stazione non è un punto di passaggio, ma un luogo di vita. Quattro uomini, quattro storie di persone alla deriva.
Festa del Cinema di Roma 2014, Menzione speciale Doc.It
Visioni italiane 2015, premio Visioni Doc/ Doc.it

ore 15: Sul vulcano di Gianfranco Pannone (IT, 2014, 80’) V : IT/ST-OND : EN

Tre vite ai piedi del Vesuvio, in un luogo ricco di miti, storia ed evocazioni letterarie. Maria lavora in un’azienda florovivaistica; Matteo, pittore, rimette in gioco le sue opere fatte con la lava; Yole, cantante “neomelodica”, concilia la propria libertà di giovane donna con un’autentica devozione per la Madonna.

ore 17: Tutto bianco di Morena Campani e Caroline Agrati (FR, 2015, 52’) V:IT/ST-OND: FR

Una donna scopre di essere nata dove Michelangelo Antonioni aveva girato Deserto rosso, nella valle del Po. A partire dal suono delle ciminiere della centrale elettrica, la donna si immerge nell’universo dell’incomunicabilità, tema centrale della ricerca antonioniana.
Sarà presente la regista

ore 19: Samsara diary di Ramchandra Pace (IT, 2015, 60’) V : IT/ST-OND : EN

Ramchandra Pace cresce con il padre, Alessandro, in un’infanzia colorata dagli ideali hippie. Il ragazzo ha sedici anni quando Alessandro parte per l’India, lasciandosi alle spalle la vita precedente. Dieci anni dopo, Alessandro torna a Roma con il nome di Krishna Nath e intende costruire il più grande tempio della Dea Kalì in Italia.
Biografilm Italia Award 2015, Menzione speciale
Sarà presente il regista

ore 20.30: Napolislam di Ernesto Pagano (IT, 2015, 75’) V : IT/ST-OND : EN

Raccomandarsi a Dio: a Napoli non è poi così strano. Solo che il Dio in questione stavolta è Allah: così hanno deciso i napoletani convertiti all’Islam protagonisti di questo film. Sono gente comune: un disoccupato, una ragazza innamorata, un rapper, un padre di famiglia…
Biografilm Festival 2015, Biografilm Italia Award
Sarà presente il regista.


29/11, BOZAR: Festival Italia in doc: omaggio a Cecilia Mangini e premiazione.

ore 14.30: Romeo e Giulietta di Massimo Coppola (IT, 2015, 57’) V : IT/ST-OND : EN

Nino e Mary hanno sedici anni e vivono a Roma, nel campo nomadi di Tor de Cenci. Questa è la storia del tentativo di mettere in scena Romeo e Giulietta in un luogo in cui le dinamiche raccontate da Shakespeare hanno ancora una loro assurda attualità.

ore 16.00: Omaggio a Cecilia Mangini

Cecilia Mangini è la prima donna regista di documentari del dopoguerra italiano. Con uno sguardo militante e appassionato, Mangini ha raccontato l’Italia. Ma i documentari della Mangini, alcuni dei quali realizzati in collaborazione con Pier Paolo Pasolini, non sono solo l’intenso ritratto di un recente passato. Perché grazie al loro carattere profetico, riescono a raggiungere ed emozionare lo spettatore di oggi.

Stendalì (Suonano ancora) (IT, 1959, 11’) V :IT/ST-OND : FR
Questo documentario racconta i riti funebri della Puglia e rivolge uno sguardo inedito sulla femminilità e sulla sua dimensione emotiva ed espressiva. Un’opera allo stesso tempo misteriosa e affascinante.

La canta delle marane (IT, 1962, 10’) V :IT/ST-OND : FR
L’addio nostalgico al mondo incantato delle «marane», luoghi magici per i giovani abitanti delle periferie romane.

Divino Amore (IT, 1963, 10’) V :IT/ST-OND : FR
Divino Amore si proponeva come documentario anti-etnologico e anti-antropologico, delegando alla musica d’avanguardia di contestualizzare il culto dell’immagine della Madonna conservata al Santuario del Divino Amore.

Felice Natale (IT, 1965, 13’) V :IT/ST-OND : FR
In questo documentario, Cecilia Mangini denuncia con ironia, coraggio e spirito profetico le falsità della società dei consumi.

Tommaso (IT, 1965, 11’) V :IT/ST-OND : FR
Un adolescente sogna di farsi assumere come operaio in una fabbrica aperta da poco a Brindisi entusiasmandosi ingenuamente per le prospettive di ricchezza promesse dall’industrializzazione.

La briglia sul collo (IT, 1972, 15’) V :IT/ST-OND : FR
Cecilia Mangini traccia un ritratto di Fabio Spada, un ragazzo estroverso e aggressivo, che la società ha già etichettato come «disadattato».

Un viaggio a Lipari di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli (IT, 1952-2015, 7’) V :IT/ST-OND : FR
Estratto dal film in lavorazione Cecilia! Il mondo a scatti
Nell'agosto del 1952 Cecilia Mangini è con Lino Del Fra alle isole Eolie. Scoraggiati dalle spiagge ingolfate di gente, dirottano il loro viaggio verso l'isola di Lipari, dove scoprono la meraviglia infinita delle cave di pomice e il loro biancore allucinante.

ore 18.15 : Premiazione

ore 19.00 : Proiezione del film vincitore del premio della giuria


Direzione artistica: Thea Rimini, ULB

-

Link | Mappa | Note Legali | Credits